Inverno, idratazione a Rischio: i consigli dei Farmacisti – settimana della Idratazione dal 12 al 17 novembre

IDRATAZIONE INVERNALE

L’acqua è il componente principale del nostro organismo ed è coinvolta in quasi tutte le funzioni del corpo umano.

Il processo di idratazione è importantissimo per il mantenimento delle normali funzioni fisiche e cognitive in quanto l’acqua è ricca di sali minerali, elementi indispensabili per combattere la stanchezza e la pigrizia che colpiscono soprattutto durante i mesi invernali.

In particolare durante l’inverno, l’idratazione è fondamentale per ridurre la sensazione di freddo, agevolare la depurazione dell’organismo e mantenere una corretta termoregolazione.

Nei mesi più freddi è consigliato bere quotidianamente 2 litri d’acqua, non fredda, a temperatura ambiente. La bevanda da prediligere è l’acqua, ma sono suggerite anche bevande aromatizzate come tisane e infusi, meglio se calde. Numerose erbe e spezie possono essere usate per prepararebevande calde, da zuccherare preferibilmente con il miele, alimento benefico.

L’idratazione durante il periodo invernale può essere implementata anche attraverso il consumo di zuppe, minestre e minestroni preparati con verdura di stagione, ricchi di carotenoidi come carote, zucca, patate, spinaci, carciofi, barbabietole rosse, broccoli, cavolfiori, e cibi contenenti molta vitamina E, in grado di stimolare le difese immunitarie, come le mandorle, le nocciole e l’olio extravergine d’oliva.